Tecnologie di evaporazione

Le tecnologie di evaporazione sono utilizzate per la separazione termica, in particolare per la concentrazione o la separazione di soluzioni liquide, sospensioni ed emulsioni.

Un concentrato liquido che può ancora essere pompato è generalmente il prodotto finale desiderato. L’evaporazione può tuttavia anche mirare a separare i costituenti volatili, o il distillato, come avviene in un sistema di separazione con solventi. Durante questi processi, le qualità del prodotto sono di solito mantenute e preservate.

Nel corso della nostra storia, abbiamo progettato e prodotto un’ampia varietà di tecnologie di evaporazione per l’industria alimentare e delle bevande, con molte tecnologie diverse e per molti prodotti diversi. Il primo evaporatore di Rossi & Catelli è stato brevettato nel 1957.

Grazie al know-how dei marchi Rossi & Catelli e Manzini, il Gruppo CFT ha sviluppato molti evaporatori con diverse tecnologie come gli evaporatori a circolazione forzata, a film cadente, a film sottile, a superficie raschiata e a flash.

Tutte queste tecnologie di evaporazione sono state applicate a molti prodotti diversi e completate con una strategia di risparmio energetico: effetto multiplo configurato in parallelo o in controcorrente e potenziato con TVR (Ricompressione termica vapori) o MVR (Ricompressione meccanica vapori).

Una combinazione di queste tecnologie può essere utilizzata per trovare il modo migliore per trattare prodotti sensibili al calore, ad alta viscosità, ad alta concentrazione e polposi.

Tecnologie di evaporazione CFT

Apollo

L’evaporatore a film cadente Apollo con tecnologia MVR è rinomato per la sua eccellente affidabilità e delicatezza nel trattamento del prodotto. Il suo eccezionale livello di risparmio energetico non è mai stato raggiunto da altre applicazioni e consente una notevole riduzione dei costi operativi e un significativo miglioramento della qualità.

La tecnologia MVR utilizza un ventilatore centrifugo, azionato da un motore elettrico o da una turbina a vapore, per comprimere nuovamente i vapori dalla camera di separazione, aumentando così la loro entalpia e permettendone l’utilizzo come mezzo di riscaldamento nello scambiatore.

Campi di applicazione:

  • Prodotti alimentari liquidi (Latte e latticini)
  • Succhi e puree di frutta e verdura (a basse fibre o a bassa concentrazione)
  • Sciroppi di zucchero
  • Brodo di proteine
  • Liquidi idrolizzati
  • Lieviti

Risparmio energetico

  • Consumo di vapore trascurabile nell’evaporazione
  • Consumo di vapore nel preriscaldamento: a partire da 0,01 tonnellate di vapore per ogni tonnellata di acqua eliminata
  • Consumo di vapore nella pastorizzazione: a partire da 0,015 tonnellate di vapore per ogni tonnellata di acqua eliminata
  • Consumo di vapore nel raffreddamento flash: a partire da 0,023 tonnellate di vapore per ogni tonnellata di acqua eliminata
  • A partire da 15 kW di elettricità utilizzata per l’evaporazione: per ogni tonnellata di acqua eliminata

Caratteristiche tecniche:

  • Temperatura di evaporazione da 50°C
  • Temperatura della parete del tubo a un massimo di 8° sopra la temperatura di evaporazione
  • Tempo di permanenza da 3 a 10 minuti
  • Pastorizzazione integrata con 80% di recupero di calore
  • Raffreddamento integrato sia con raffreddamento flash che con raffreddamento indiretto
  • Richiesta di acqua di raffreddamento dalle torri di raffreddamento, quantità limitata
  • Purezza della condensa da 10 a 30 µS
  • Rapporto di concentrazione fino a 1:5

Poseidon

Effetto multiplo a film cadente con tecnologia TVR, adatta a liquidi senza fibre per un elevato rapporto di concentrazione (fino a 1:25).

Risparmio energetico

  • Il consumo di vapore nell’evaporazione dipende dal numero di effetti (fino ad un valore minimo di 0,125 tonnellate per ogni tonnellata di acqua eliminata)
  • Il consumo di vapore nel preriscaldamento parte da 0,05 tonnellate di vapore per ogni tonnellata di acqua eliminata
  • Consumo di vapore trascurabile nella pastorizzazione
  • Il consumo di vapore nel raffreddamento flash parte da 0,02 tonnellate di vapore per ogni tonnellata di acqua eliminata.
  • Per l’evaporazione vengono utilizzati a partire da 3 kW di elettricità per ogni tonnellata di acqua eliminata

Caratteristiche tecniche

  • Temperatura di evaporazione da 90° fino a 50°C
  • Temperatura della parete del tubo a 10° sopra la max. temperatura di evaporazione
  • Tempo di permanenza: da 5 a 15 minuti.
  • Pastorizzazione integrata con 95% di recupero di calore.
  • Raffreddamento integrato sia con raffreddamento flash che con raffreddamento indiretto
  • Richiesta di acqua di raffreddamento dalle torri di raffreddamento, a seconda del numero di effetti
  • Purezza della condensa da 20 a 50 µS
  • Rapporto di concentrazione fino a 1:25

Apollo Mixflow

Questo evaporatore Mixflow è un’unità di concentrazione adatta per l’evaporazione a più effetti mediante circolazione mista (verso l’alto/verso il basso) negli effetti a bassa concentrazione e mediante circolazione forzata verso il basso nel primo effetto di concentrazione.

Può essere progettato in diverse configurazioni di effetti multipli; l’effetto doppio o triplo è la versione più comune.
Questa tecnologia garantisce che il fluido concentrato raggiunga uno scambio termico bifasico, assicurando così un’ottima efficienza con flussi di ricircolazione corretti e basse temperature di evaporazione.

Questa tecnologia, unita ad una specifica progettazione del circuito del prodotto, permette la riduzione dei volumi dell’impianto con la conseguente riduzione del tempo di permanenza del prodotto e la conservazione della qualità del prodotto.

Caratteristiche principali:

  • Dedicato in particolare alla concentrazione di purea di frutta
  • Può trattare frutta mediterranea e tropicale, prodotti vegetali con fibre e polpe
  • Configurazione attuale del contatore
  • Elevata portata di circolazione nel primo effetto per la gestione dei prodotti viscosi
  • Tempo ridotto di permanenza

Venus

Tra tutte le tecnologie di evaporazione che hanno contribuito al successo mondiale del Gruppo CFT, certamente l’ultima generazione di evaporatori Venus a circolazione forzata a molteplici effetti rappresenta uno degli esempi più importanti della continua ricerca del nostro Gruppo, in grado di garantire la massima qualità dei prodotti finali e di contribuire ad una maggiore redditività e competitività per i nostri clienti.

Originariamente progettati per la concentrazione del sugo di pomodoro, i nostri evaporatori Venus sono utilizzati in tutti i settori dell’industria alimentare, dove è necessario eliminare l’acqua dalla materia prima e garantire un prodotto finale con elevati valori di concentrazione e caratteristiche organolettiche ideali.

Caratteristiche principali:

  • Specificamente progettato per la concentrazione di prodotti ad altissima viscosità
  • È l’evaporatore migliore per il concentrato di pomodoro con processo Hot Break
  • Configurazione attuale del contatore
  • Elevata portata di circolazione in tutti gli effetti per la gestione dei prodotti viscosi
  • Si focalizza sulla capacità di gestire prodotti difficili

Multiuso: un mix perfetto di tecnologie di evaporazione

Particolarmente adatto alla lavorazione dei frutti tropicali, questo tipo di impianto ha la possibilità di integrare un’unità di recupero degli aromi. Le tecnologie a film cadente, a ricircolazione e a circolazione forzata sono disponibili in un unico impianto. Questo lo rende in grado di lavorare una grande varietà di prodotti come succhi limpidi e non, puree, succhi polposi.